giovedì 11 settembre 2014

Scuola di scrittura




Cari lettori, questa "scuola" non ha certo la presunzione di esserlo davvero. Sono solo una serie di consigli che a mia volta ho letto, ricevuto, appreso e che ho imparato e cerco di imparare a mettere in pratica io per prima. Anzi, se avete obiezioni, domande o consigli sarò felice di discuterli con voi. Intanto spero possa esservi utile almeno per iniziare. Buona lettura.


1. IL TESTO NARRATIVO

Quando decidiamo di scrivere una storia, di qualunque tipo di narrazione si tratti, ci accingiamo in pratica a realizzare un testo narrativo. Indipendentemente da ciò che intendete metterci dentro è fondamentale che seguiate delle regole, poichè seppur diversi per genere, lunghezza e contenuti, i testi narrativi hanno caratteristiche comuni.

Innanzitutto dobbiamo tenere conto che un testo narrativo ha:
INIZIO: dove specificheremo il tempo, il luogo e i in cui compariranno alcuni o tutti i personaggi
SVOLGIMENTO: il racconto degli accadimenti che avverrano durante lo svolgimento della storia
CONCLUSIONE: L'epilogo della storia che è stata raccontata.

Esistono varie sequenze all'interno di un testo narrativo che dovremo tenere presenti:
Descrittive: nelle quali vengono descritti i personaggi, i luoghi e le loro caratteristiche.
Dialogiche: nelle quali vengono inseriti i discorsi dei personaggi
Narrative: nelle quali vengono raccontati i fatti
Riflessive: nelle quali verranno inserite le riflessioni e i commenti del narratore su ciò che accade nella storia.

Decidete, prima di cominciare. il genere del vostro testo narrativo che potrà essere:

BIOGRAFIA, FANTASCIENZA, FANTASY, GIALLO, TEATRALE, STORICO, ROMANTICO ma anche un testo per il CINEMA o un FUMETTO.

Innanzitutto dobbiamo decidere se racconteremo un testo:

                         
REALISTICO: Si tratta di fatti realmente accaduti o che potrebbero realmente accadere. 

FANTASTICO: Si tratta di fatti puramente inventati.


Una volta stabilito se racconterete qualcosa di realistico o fantastico, dovrete stabilire:

I PERSONAGGI:  Coloro che interpreteranno i vari ruoli all'interno della vostra storia, personaggi principali e secondari le cui vite si incontreranno e intrecceranno. Anche i personaggi saranno reali (una mamma, un dottore, un bambino, un cane...) o fantastici (fate, gnomi, folletti...).

AMBIENTAZIONE: L'ambientazione rappresenta il tempo (passato, presente o futuro) e il luogo (reale o fantastico) nel quale si svolte la vostra storia.

FATTI: Gli accadimenti reali o fantastici vissuti dai personaggi.

A questo punto va scelto: 
Il NARRATORE del vostro racconto. Potete decidere infatti se a raccontare sarà il protagonista e, in questo caso, dovrete scrivere in prima persona, oppure un altro personaggio o una voce esterna e, in questo caso, dovrete scrivere in terza persona. Difficilmente ci si avventura con una narrazione in seconda persona (eri arrivato al bar e io stavo sorseggiando una minerale fresca...) poichè la stesura dibìventerebbe assai complicata.

Ora è il turno della FABULA e dell'INTRECCIO. Una volta stabiliti tutti gli elementi indicato sopra dovrete scrivere:

FABULA: elenco cronologico dei fatti che avvengono all'interno della narrazione
INTRECCIO: l'ordine, cronologico o non, con il quale deciderete che si svolgano i fatti.

Beh! Questi sono solo i primi passi, ma fondamentali perchè la vostra storia venga raccontata in modo equilibrato e perchè non le manchi proprio niente.

Nessun commento:

Posta un commento